Occhio Gonfio e Rosso: perchè Succede e Come Curarli

Vi è mai capitato di ritrovarvi con un occhio gonfio? Quando accade, è spesso segno di infiammazione o di un eccesso di liquido nei tessuti connettivi che circondano l’occhio – in questo caso si parla di edema oculare. Questa condizione può essere indolore oppure dolorosa, e può coinvolgere sia la palpebra superiore che quella inferiore. Oltre all’infiammazione e all’edema oculare, altre sono le possibili cause di gonfiore all’occhio, tra cui infezioni, lesioni e traumi o, più comunemente, allergie. Tuttavia, ci sono anche delle situazioni più gravi che causano il gonfiore dell’occhio e che possono mettere a rischio la nostra vista: tra queste condizioni gravi abbiamo la malattia di Graves, la cellulite orbitale e l’herpes oculare. Al fine di scongiurare una condizione più grave – o di curarla tempestivamente per evitare conseguenze invalidanti per la nostra vista – è fondamentale effettuare un esame oculistico approfondito, soprattutto se i sintomi persistono, peggiorano o cambiano.

 

Occhio Gonfio e Rosso – Sintomatologia

Il gonfiore delle palpebre deriva da una causa sottostante, come allergia o infezione. Solitamente, il gonfiore agli occhi si presenta insieme ad altri sintomi, come:

  • gonfiore della palpebra superiore e/o inferiore: una palpebra gonfia può segnalare allergia o infezione oculare;
  • irritazione degli occhi, sensazione di prurito, bruciore;
  • fotofobia, ovvero elevata sensibilità alla luce;
  • eccessiva produzione di lacrime;
  • visione offuscata;
  • rossore della palpebra;
  • occhi arrossati e infiammazione della congiuntiva, la membrana che ricopre il bulbo oculare e la parte interna delle palpebre;
  • secchezza o desquamazione delle palpebre
  • dolore, in particolare quando le palpebre gonfie sono causate da un’infezione

 

Quando gli occhi gonfi non segnalano un problema

Spesso, quando diciamo ”occhi gonfi”, non facciamo differenze e usiamo tale espressione sia per indicare un’occhio che si è gonfiato in risposta ad allergie, infezioni o lesioni, sia per riferirci al gonfiore degli occhi dovuto alla ritenzione idrica, alla mancanza di sonno o ai tratti genetici di una persona. Molte persone, infatti, per natura hanno gli occhi più gonfi di come immaginiamo e spesso questa condizione è causata da borse e occhiaie che sono parte del loro patrimonio genetico.

 

Occhi Gonfi e Rossi: le Cause

Sono numerose le cause degli occhi gonfi, alcune lievi e altre pericolose per la vista. Vediamo di seguito le cause più comuni del gonfiore agli occhi.

 

Allergie

Le allergie oculari si verificano quando il tuo sistema immunitario reagisce in modo eccessivo a una sostanza estranea, chiamata allergene. Polline, polvere, peli di animali domestici, determinati colliri, trucco e soluzioni per lenti a contatto sono alcuni degli allergeni oculari più comuni. Le allergie oculari si sviluppano quando i tuoi occhi rilasciano mediatori chimici per proteggersi dagli allergeni a cui sono sensibili. La protezione più comune rilasciata dai nostri occhi è l’istamina, la quale provoca la dilatazione e il rigonfiamento delle membrane dei vasi sanguigni e delle membrane delle mucose.

 

Congiuntivite

Conosciuta come pinkeye – ”occhio rosa”, la congiuntivite è l’infiammazione del rivestimento trasparente della superficie dell’occhio, chiamato congiuntiva. Tra i sintomi troviamo lacrimazione, prurito, arrossamento e gonfiore degli occhi.

 

Orzaiolo

Di solito appare come una protuberanza gonfia e rossastra sul bordo di una palpebra e, generalmente, è causato da un’infezione batterica e dall’infiammazione della ghiandola di Meibomio. L’orzaiolo può far gonfiare l’intera palpebra e in genere risulta morbido al tatto.

 

Calazio

Un calazio, causato anch’esso dal blocco della ghiandola di Meibomio, inizialmente ha le sembianze di un orzaiolo ma poi si sviluppa in una cisti dura e sebacea. Un’altra differenza è che l’orzaiolo si verifica sul bordo di una palpebra, un calazio invece si sviluppa tipicamente lontano dal bordo della palpebra.

 

Lesioni agli occhi

Qualsiasi trauma alla zona oculare, compresa una contusione palpebrale (comunemente nota come un occhio nero) e traumi causati da interventi di chirurgia estetica, può causare infiammazione e gonfiore agli occhi.

 

Occhi gonfi dopo aver pianto

La componente acquosa delle lacrime è prodotta nelle ghiandole lacrimali vicino all’occhio, le quali sono essenziali per la salute degli occhi, perchè li mantengono puliti, protetti e lubrificati. Un’eccessiva produzione di lacrime – quella che avviene durante il pianto – porta ad un gonfiore degli occhi che tende a svanire in breve. Inoltre, quando piangi, le lacrime scorrono attraverso la cavità nasale, il che spiega un naso che cola dopo un’eccessiva produzione di lacrime. Esistono tre tipi di lacrime:

  1. Lacrime basali, che forniscono uno strato costante di lacrime per mantenere l’occhio umido.
  2. Lacrime riflesse, che proteggono gli occhi quando sono esposti a sostanze irritanti come il fumo o entrano in contatto con un corpo estraneo.
  3. Lacrime emozionali, che vengono prodotte in risposta a una forte emozione.

 

Gonfiore agli occhi: attenzione alle lenti a contatto

Una cura impropria delle lenti a contatto – come indossare lenti sporche o conservarle in una custodia sporca – può causare un’infezione agli occhi e un conseguente gonfiore delle palpebre.

 

Blefarite

La blefarite è un’infiammazione che coinvolge le palpebre, di solito causata dal malfunzionamento delle ghiandole sebacee delle palpebre. Questa condizione degli occhi è caratterizzata da palpebre gonfie e doloranti e può essere accompagnata dalla perdita delle ciglia. La blefarite è solitamente una situazione cronica, il che significa che i sintomi possono essere controllati con le cure e le pratiche igieniche appropriate, ma non si guarisce mai completamente. Spesso è associata a un’infezione batterica o alla sindrome dell’occhio secco.

 

Cellulite periorbitale

La cellulite periorbitale è un’ infezione e/o infiammazione che coinvolge la palpebra e le parti di pelle intorno all’occhio. L’infezione può essere causata da batteri, virus o altri agenti patogeni.

 

Cellulite orbitale

Si tratta di una rara e grave infezione batterica dei tessuti circostanti l’occhio, con conseguente rigonfiamento doloroso della palpebra superiore e inferiore e, a volte, anche del sopracciglio e della guancia. Altri sintomi includono occhi sporgenti, diminuzione della vista, febbre e dolore. La cellulite orbitale è un’emergenza medica e spesso è necessario un trattamento antibiotico endovenoso per prevenire danni al nervo ottico, perdita permanente della vista o cecità e altre gravi complicazioni.

 

Herpes oculare

Trasmesso dal comune virus dell’herpes simplex, l’herpes oculare causa infiammazione – e talvolta cicatrici – della cornea. I sintomi dell’herpes dell’occhio possono essere simili a quelli della congiuntivite, in questo caso però possono formarsi delle piaghe dolorose sulla palpebra e si può avere la visione sfocata. Ci sono vari tipi di herpes che attaccano l’occhio e hanno diversi livelli di gravità; alcuni sono lievi e facilmente curabili, altri potrebbero addirittura richiedere un trapianto di cornea o comportare cecità.

 

Malattia di Graves

Questo disturbo oculare, derivante da una tiroide iperattiva – ipertiroidismo –  è spesso associato a palpebre gonfi e occhi sporgenti, nonché a visione doppia e palpebre cadenti. Se si manifesta uno di questi sintomi, consultare il proprio oculista il prima possibile per una corretta diagnosi e per un trattamento adeguato.

 

Occhi gonfi: i giusti trattamenti

È abbastanza chiaro, dopo aver visto quante sono le possibili cause di gonfiore e rossore degli occhi, che il giusto trattamento può essere stabilito solo dopo aver individuato la causa scatenante dei nostri occhi gonfi.

In generale, se i tuoi occhi gonfi sono dovuti a allergie, sarà sufficiente utilizzare un antistaminico o lubrificare con le lacrime artificiali, per alleviare i sintomi.

Altre cause, come la congiuntivite o l’herpes oculare, rispondono bene a colliri o pomate antivirali o antinfiammatori o antibiotici.

Se i tuoi occhi sono gonfi ma senza una causa medica – ad esempio, si sono gonfiati dopo aver pianto – si possono utilizzare dei metodi casalinghi, come fare degli impacchi freschi da applicare delicatamente sulle palpebre e evitare di toccare e stropicciare gli occhi perchè questo peggiorerà la situazione. Inoltre, se si presenta gonfiore e rossore degli occhi mentre indossi lenti a contatto, la prima cosa da fare e toglierle e vedere se c’è un miglioramento.

Nel caso in cui il gonfiore agli occhi persista oppure dovessi notare qualcosa di strano o insolito, consulta subito un medico e approfondisci la condizione dei tuoi occhi con una visita specialistica: è importante intervenire in tempo al fine di evitare situazioni gravi che possano compromettere gravemente la salute dei tuoi occhi!

 

Prevenire è meglio che curare! Quattro consigli per prevenire il gonfiore agli occhi

  1. Se ti capita spesso di avere gli occhi gonfi – e magari il fenomeno tende a sparire in breve tempo – per prima cosa, esegui un test per le allergie. Una volta che saprai a cosa sei allergico, potrai minimizzare la tua esposizione a questi allergeni e prevenire il gonfiore agli occhi.
  2. Opta per trucchi e prodotti di bellezza che siano ipoallergenici e privi di profumo, così da evitare qualsiasi reazione allergica. Ti consigliamo di effettuare un test sul tuo polso prima di usare il trucco sul viso, in modo da escludere qualsiasi reazione allergica.
  3. Quando usi i colliri, assicurati che siano senza conservanti: infatti, i conservanti provocano reazioni allergiche in molte persone. Se cerchi delle gocce oculari di ottima qualità, scelti Oftyvit: aiuteranno davvero a proteggere e lubrificare i tuoi occhi, inoltre hanno una forte azione antiossidante.
  4. Se utilizzi lenti a contatto, puoi ridurre al minimo il rischio di infezioni o irritazioni agli occhi praticando adeguate tecniche di igiene, compresa la frequente sostituzione delle lenti a contatto e della loro custodia.
Offerta
Optrex Bagno Oculare Multi Azione per Occhi Stanchi, Arrossati e Irritati, 300 ml
  • BAGNO OCULARE: per occhi stanchi, irritati e arrossati. Calma, lenisce e pulisce
  • CON ESTRATTI VEGETALI:che aiutano a rimuovere delicatamente polvere, tracce di trucco e altre particelle intrappolate sulla superficie dell’occhio
  • FACILE DA APPLICARE: basta piegare la testa in avanti, tenendo l'occhiera alla base. Posiziona l'occhiera sopra l'occhio e solleva la testa. Per facilitare la distribuzione del prodotto, muovi lentamente la testa per 30 secondi.
  • CON OCCHIERA: la confezione al suo interno contiene un'occhiera per l'applicazione
  • PER UN UTILIZZO QUOTIDIANO: non contiene conservanti

Conclusione

Alla fine di questo articolo, sicuramente avrai chiaro il fatto che, se i tuoi occhi sono rossi e gonfi, non devi sottovalutare questa condizione, soprattutto se si protrae nel tempo o se è accompagnato dagli altri sintomi che abbiamo esaminato in precedenza. Probabilmente, un lieve gonfiore temporaneo non indica una grave condizione pericolosa per la salute dei tuoi occhi, ma è sempre bene rivolgersi ad un professionista per una visita oculistica così da scongiurare qualsiasi pericolo. Inoltre, adotta le accortezze che ti abbiamo indicato nei nostri consigli e prenditi cura dei tuoi occhi.

Ultimo aggiornamento 2021-06-12 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.